: +444-8888-444

“Autumn in Todi”, musica e cibo di qualità nella città di Jacopone

In tavola eccellenze enogastronomiche da tutta Italia, sul palco nomi e note di assoluta qualità, mentre piazza del Popolo sarà il cuore pulsante di un mercato d’eccezione.

Ecco “Autumn in Todi, suoni e sapori d’autore”, la manifestazione organizzata dal Gruppo Cramst con il patrocinio del Comune di Todi e la collaborazione di Cittaslow International, in programma i prossimi 3, 4 e 5 novembre. L’evento è stato presentato questa mattina nell’ambito di una conferenza stampa a cui hanno preso parte il sindaco di Todi, Antonino Ruggiano, il direttore di Cramst, Alviero Bernardini, e il direttore di Cittaslow International, Piergiorgio Oliveti.

IL GUSTO

Venerdì e sabato (3-4 novembre) sono in programma due apericena con inizio alle ore 20, mentre per la domenica (5 novembre) è stato organizzato un aperipranzo dalle ore 13.  La location sarà quella suggestiva della sala delle Pietre nei palazzi Comunali.
In programma anche due degustazioni.Una sarà dedicata al Grechetto, in tutte le sue più raffinate declinazioni; l’altra sarà invece sull’olio extra vergine di oliva, per scoprire le sfaccettature di questo prezioso alimento.

In piazza del Popolo si terrà infine il Mercato di Cittaslow, al quale parteciperanno 12 produttori provenienti da 6 città di Umbria, Trentino Alto Adige ed Emilia Romagna.

LA MUSICA

Prelibato anche il menù musicale. Cene e pranzo saranno infatti accompagnati da eccellenze del panorama artistico nazionale come Tony Esposito (venerdì 3 novembre), percussionista partenopeo in grado di mixare i ritmi più frenetici dentro ad atmosfere esotiche. Ai Four Vegas e al loro originale sound che ripropone le armonie degli anni ’50 e ’60 spetterà il compito di accompagnare le degustazioni di sabato 4 novembre. Gli intramontabili successi del passato saranno invece rivisti dalla voce ricca e profonda di Walter Ricci (domenica 5 novembre, pranzo).

GLI INVITI

«Noi vogliamo entrare con forza nel mondo delle città slow. In passato è stata persa l’occasione di fare di Todi un avamposto, un presidio che sapesse valorizzare le eccellenze del territorio. Ora è davvero il momento di scommettere con forza sul turismo di qualità», dice il sindaco Ruggiano, ricordando anche il senso del nome della manifestazione. «C’è venuto in mente lo standard jazz che parla di New York (“Autumn in New York”, del 1934 di Vernon Duke) e abbiamo colto l’occasione per invitare a passare qualche giorno d’autunno nella nostra bellissima città».

«Con questa manifestazione vogliamo rilanciare un impegno che punta a mettere insieme cibo, musica, qualità e buon vivere», aggiunge Alviero Bernardini.

«Todi è stata una delle prime città slow ed ora conferma la sua vocazione. Così noi mettiamo a valore l’economia naturale dei territori, partendo da risorse che sono disponibili come il vino, il cibo, le tradizioni e la socializzazione, e disegnando uno sviluppo efficace e sostenibile».

Mylike
X