: +444-8888-444

Concerto Nomadi, oltre 1500 persone al Parco di Palazzo Vitelli

Dopo oltre mezzo secolo di attività iNomadi, con la loro “Storia Continua” vanno ancora avanti con successo. Sono state oltre 1500 le persone che, ieri sera (giovedì 6 luglio), si sono recate al parco di Palazzo Vitelli a Sant’Egidio per partecipare al concerto evento dell’estate tifernate.

I fans della storica band emiliana erano in città già dalla mattina: i primissimi, presenti già dalle 10, sotto il palco, sono arrivati dalla provincia di Terni, Marche, Romagna e vicina Toscana. La band, capitanata dallo storico fondatore Beppe Carletti, ha animato la serata fino ad oltre la mezzanotte.

Prima che lo spettacolo iniziasse, i Nomadi sono stati accolti nella rinascimentale sala dei Fasti di Palazzo Vitelli a Sant’Egidio (foto sopra) dal presidente della Cassa di Risparmio di Città di Castello Italo Cesarotti, assieme al vicesindaco ed assessore alla Cultura Michele Bettarelli e all’assessore al Turismo e Commercio Riccardo Carletti, che li ha omaggiati con due volumi, uno dedicato alla Pinacoteca tifernate e l’altro ad Alberto Burri. La veloce visita alla reggia della città, ha lasciato senza fiato la band, che ha ringraziato Fondazione ed amministrazione tifernate. Presenti al tour anche Michael Zurino, organizzatore della serata, ed Alessandro Cecconi della Meltina Records.

Il concerto è iniziato con la performance musicale nel tardo pomeriggio del cantante e chitarrista Alberto Giovagnoli, seguito dagli “Assenza”, band “italian alternative rock”, e da Gabriel Broker, all’anagrafe Gabriele Nardi, rapper tifernate. Ad aprire il concerto dei “Nomadi” è stato Ed Menichella, cantautore toscano esibitosi anche con Jovanotti. Spazio alla comicità, poi, con Danilo Vizzini di Zelig. Incredibile l’esibizione di Iskra Menarini, vocalist di Lucio Dalla, accompagnata da Thomas Romano e Stefano Fucili, che ha regalato al pubblico momenti nostalgici con i più bei brani del cantautore bolognese scomparso nel 2012. Iskra ha lasciato poi il palco all’amico Michael Zurino, che ha proposto le sue canzoni. Poco dopo le 22, il Parco di Palazzo Vitelli a Sant’Egidio è esploso con le canzoni di Beppe Carletti, Cico Falzone, Daniele Campani, Massimo Vecchi, Sergio Reggioli e la new entry della band Yuri Cilloni.

Oltre due ore di musica, dove generazioni diverse di persone si sono scatenate intonando i grandi classici. Particolarmente emozionante l’esecuzione di“Auschwitz”, durante la quale la folla ha manifestato più volte tutto il proprio apprezzamento ed entusiasmo con lunghi ed appassionati applausi. Anche i giovanissimi, presenti al Parco, hanno cantato a squarciagola i grandi classici, come “Dio è morto”“Io voglio vivere” e “Io Vagabondo”.

Ottimo il lavoro della sicurezza: fuori e dentro il parco erano presenti numerosi addetti della Protezione civile, Croce rossa e Pubblica assistenza tifernate Croce Bianca, ed una nutrita schiera di servizi di sicurezza privata. Insieme a loro, per vigilare sul corretto svolgimento della serata, anche carabinieri, polizia e agenti della polizia municipale. “E’ stata una serata in cui si è fuso lo spirito di diverse generazioni di tifernati e non solo – hanno detto gli assessori Bettarelli e Carletti – un evento riuscito con tanta gente che ne ha preso parte, in una location davvero unica e suggestiva”.

Mylike
X