Close

Al Brecht di Perugia “L’Inferno” di Fontemaggiore

PERUGIA – Al Teatro Brecht di Perugia sabato 25 gennaio alle ore 21 torna in scena lo spettacolo della compagnia Fontemaggiore “Inferno”, spettacolo che sta registrando il tutto esaurito nelle repliche mattutine riservate ai ragazzi delle scuole. Si tratta di un affresco dantesco molto suggestivo, che vede in scena ben sei attori. I loro corpi, le musiche, le parole di Dante, le atmosfere infernali dei vari gironi sono al centro di questo lavoro che ha ricevuto il plauso del Comitato Dante Alighieri di Perugia per la messa in scena che “ha colto il senso nascosto e allegorico del testo”.

Raccontano Beatrice Ripoli e Valentina Renzulli, rispettivamente regista e drammaturga dello spettacolo: “Nel mezzo del cammin di nostra vita…” Il primo verso della Divina Commedia ci fa capire immediatamente tutto: un viaggio esistenziale che avviene “nel mezzo”, suggerendoci sia un momento preciso dell’età adulta, sia il suo essere non programmato. L’aggettivo “nostra” ci rende partecipi dell’esperienza: questo viaggio non riguarda Dante come singolo, ma come rappresentante del genere umano.
Dante non è presente fisicamente, è una voce fuori campo che restituisce emozioni in cui il pubblico si rispecchia. Il viaggio sul palco viene guidato da Virgilio, il quale del poeta penetra lo sguardo che descrive luoghi, incontri esemplari e personaggi, divenendo tramite tra il pubblico e l’azione in scena.
Essendo il viaggio il centro del racconto, si è scelto di condensare tutto l’Inferno dantesco, senza presupporre, per lo spettatore, una conoscenza approfondita dell’opera. Un approccio divulgativo orizzontale, capace di trasmettere il desiderio, anche ai più giovani, di scoprire e riscoprire Dante mescolando, per una maggiore comprensione, i versi con la parafrasi. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *